Come visitare Roma ed il Lazio. Guide, trucchi e consigli

Miniguida “I Ponti di Roma”: l’itinerario moderno (ovvero: “I magnifici 13”)

3.47K 0
Miniguida “I Ponti di Roma”: l’itinerario moderno (ovvero: “I magnifici 13”)
Vota questo articolo

Ponte_Principe_Amedeo_Savoia_Aosta_by_KajojackPer tutti i fedelissimi della nuova Miniguida dedicata a “I Ponti di Roma”, di cui abbiamo già pubblicato l’Itinerario antichissimo e l’Itinerario antico ma non troppo, oggi proponiamo l’Itinerario moderno, ovvero: “I magnifici tredici” ponti costruiti sul Tevere fra l’Ottocento ed i primi decenni del secolo scorso. Se siete fra i “nuovi nazionalisti del 17 marzo“, ed avete festeggiato in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, questo percorso vi appassionerà!

 

Partenza: Nuovo Ponte Sublicio

L’itinerario parte dal Nuovo Ponte Sublicio, che fu ricostruito nel 1919 sui resti di un antichissimo ponte risalente al I secolo d.C. Nel nostro itinerario è il più a sud della città, e collega fra Testaccio e Trasteverere.

 

1° Tappa: Ponte Palatinoponte_palatino_by_susieredshoes

Circa un chilometro a nord del Ponte Sublicio, ecco il Ponte Palatino (già citato nelll’itinerario antichissimo, fu ricostruito a fine Ottocento ). È conosciuto anche con la denominazione di Ponte Inglese, per via dell’infelice idea di renderlo percorribile a sensi invertiti.

 

ponte_garibaldi_by_Paolo_Crosetto

2° Tappa: Ponte Giuseppe Garibaldi

Distante circa un chilometro dalla nostra ultima tappa, il Ponte Garibaldi è stato costruito nel 1888 e dedicato all’Eroe dei Due Mondi, a mo’ di ringraziamento per le imprese portate a termine a Roma.

 

3° Tappa: Ponte Giuseppe MazziniPonte_Mazzini_by_Stefano_Petroni

Di chilometro in chilometro…si arriva al Ponte Giuseppe Mazzini, dedicato nel 1908 al patriota dell’Unità d’Italia.

 

Ponte_Principe_Amedeo_Savoia_Aosta_by_Kajojack

 

4° Tappa: Ponte Principe Amedeo Savoia-Aosta

…da non confondere con il Ponte Duca d’Aosta! Questo ponte si trova a Trastevere e fu costruito nel 1942, in sostituzione del più simpatico Ponte dei Fiorentini, tristemente demolito un anno prima.  Fu dedicato ad Amedeo di Savoia-Aosta, viceré di Etiopia (ogni commento su queste ultime tre parole è da ritenersi superfluo), mentre il Ponte Duca d’Aosta si trova nel quartiere Flaminio ed è dedicato ad Emanuele Filiberto di Savoia-Aosta, Duca d’Aosta. Evviva la fantasia…

 

5° Tappa: Ponte Vittorio Emanuele IIPonte_Vittorio_Emanuele_II__by_David_Merret

Restando in tema monarchico, un chilometro a nord del ponte precedente, ecco svettare questo “regale” ponte dedicato a Vittorio Emanuele II nel 1911, in occasione del 50° anniversario dell’Unità d’Italia.

 

6° Tappa: Ponte Umberto I

Ponte tardo ottocentesco dedicato nel 1885 ad Umberto I, allora Re d’Italia. Dista circa un chilometro dal ponte precedente, nonché da quello successivo.

 

7° Tappa: Ponte Cavour

Concluso nel 1901 dall’architetto capitolino Angelo Vescovali, questo ponte dedicato al patriota dell’Unità d’Italia Camillo Benso Conte di Cavour, collega Prati a Campo Marzio.

 

8° Tappa: Ponte Regina Margherita

Ancora un ponte del fido Vescovali, terminato nel 1891 e dedicato alla prima regina del Regno d’Italia, Margherita di Savoia.

 

9° Tappa: Ponte Giacomo Matteotti

Ponte costruito nel Ventennio, e fino ad allora denominato “Ponte Littorio”, nel 1945 assunse il nome dell’antifascista Giacomo Matteotti, che fu rapito nei paraggi.

 

10° Tappa: Ponte del Risorgimento

Come il Ponte Vittorio Emanuele II della 5° Tappa, il Ponte del Risorgimento venne realizzato nel 1911, in occasione del 50° anniversario dell’Unità d’Italia. Questo ponte rappresenta l’ultima tappa  dell’itinerario nei quartieri più centrali della Capitale; da qui in poi, occorrerà marciare per una manciata di chilometri in più.

 

Ponte_Duca_dAosta_by_Majorbonnet11° Tappa: Ponte Duca d’Aosta

Giunti al quartiere Flaminio, a circa 3 km dal Ponte del Risorgimento, vi imbatterete in questo ponte novecentesco, di cui abbiamo diffusamente spiegato le origini nella 4° Tappa.

 

 

Ultima Tappa: Ponte Flaminio

Ed ecco il Ponte Flaminio, due passi da Ponte Milvio, fra il Diavolo e l’Acqua Santa, ovvero tra i quartieri  Tor di Quinto e Parioli. È un ponte opulento e imponente, non a caso iniziato durante il Ventennio Fascista.

 

 

 

 

Commenta

Your email address will not be published.

NON TE LO PERDERE!

I migliori posti dove mangiare a Roma.
Consigliato dagli amici Romani

Scopri i migliori ristoranti consigliati dai nostri amici romani e che hanno provato in prima persona 
Guarda la guida gratuita
close-link
Seguici, Clicca su mi piace


Sempre nuovi articoli su Roma, i Paesini e curiosità.
close-link