Come visitare Roma ed il Lazio. Guide, trucchi e consigli

Il Colosseo

1.13K 0
Il Colosseo
Vota questo articolo

Colosseo, visitare RomaE’ il massimo monumento del mondo romano, simbolo di Roma e oggi dell’Italia. In realtà il nome vero del Colosseo è “Anfiteatro Flavio” perchè costruito dagli imperatori Flavi, infatti fu iniziato da Vespasiano nell’anno 72 D.C. e inaugurato nell’80 D.C. da Tito.

Prese il nome di Colosseo nell’XI secolo perchè questo monumento fu costruito vicino al Colosso di Nerone.

Questo era una statua di bronzo raffigurante Nerone, alta circa 35mt e sita nel vestibolo della Domus Aurea, con la testa radiata nelle vesti del sole, opera dello scultore greco Zenodoro.

L’imperatore Adriano fece trasferire la statua vicino all’Anfiteatro Flavio ricorrendo a 12 paia di elefanti e al suo posto fu costruito il tempio di Venere. La statua andò distrutta dalle prime invasione barbariche.

Questo anfiteatro era adibito a giochi tra gladiatori e belve.

L’inaugurazione dei giochi dentro il Colosseo videro l’uccisione di 5000 belve. I combattimenti con le fiere durarono fino al 523 D.C. quando fu fatto l’ultimo spettacolo sotto l’imperatore Federico.

Fu più volte danneggiato da terremoti e fulmini. Fu poi completamente abbandonato.

Fu adibito prima ad area cimiteriale, poi abitativa, poi nel 1200 fu trasformato in fortezza dai nobili Frangipane e poi dagli Annibaldi. Fu poi restituito al Senato e al popolo romano dall’Imperatore Enrico VII.

Dal XV secolo divenne una vera e propria cava di marmo travertino usato per costruire altri palazzi tra i quali Palazzo Venezia e la cancelleria fino a quando il Papa Benedetto XV nel 1700 la consacrò alla passione di Cristo.

La costruzione ha una forma di ellisse con l’asse maggiore di 188mt e quella minore di 156mt con una altezza di 52mt.

Il travertino impiegato supera i 100.000m3 mentre 300t di ferro e bronzo furono necessarie per le graffe che tenevano collegati i blocchi di travertino.

Quando nel medioevo fu prelevato questo metallo furono praticati numerosi fori tutt’ora visibili.

Nella costruzione lavorarono contemporaneamente 4 cantieri per ogni quadrante in cui era diviso dai due assi principali. Fu inalzata una imponente intelaiatura portante, che era costituita da pilastri di travertino che partivano da notevole profondità, circa 6,5mt, e poggiavano su una platea di calcestruzzo spessa più di 10mt.

Il Colosseo era munito di un Velarium (tenda) destinato a proteggere gli spettatori dal sole e dalle intemperie. I posti erano numerati e corrispondevano a quelli riposrtati sulle tessere degli spettatori. Gli 80 scomparti erano decorati con grandi scudi di bronzo. 3 entrate erano riservate agli ospiti di onore, mentre la 4a, la più grande era riservata all’Imperatore.

I numeri di posti totale era di oltre 80.000. L’arena aveva una superficie di circa 3350mq, costruita in parte in muratura e in parte in tavolato ligneo cosparso di sabbia e circondato da una robusta rete metallica per la protezione dalle fiere. Per ulteriore sicurezza numerosi arceri erano predisposti alla base delle gratinate.

Commenta

Your email address will not be published.

NON TE LO PERDERE!

I migliori posti dove mangiare a Roma.
Consigliato dagli amici Romani

Scopri i migliori ristoranti consigliati dai nostri amici romani e che hanno provato in prima persona 
Guarda la guida gratuita
close-link
Seguici, Clicca su mi piace


Sempre nuovi articoli su Roma, i Paesini e curiosità.
close-link